Home Page

Bermuda  Bowl

 

La Bermuda Bowl è uno dei 3 Campionati Mondiali a Squadre per Nazioni che oggi vengono disputati negli anni dispari sotto l'egida della WBF con il nome il nome di World Team Championship e che comprende le più importanti competizioni mondiali di Categoria per Nazioni

Gli altri due Campionati dello stesso gruppo sono la Venice Cup e la Senior Bowl.

 La storia della Bermuda Bowl è legata alla persona di Norman Bach che nacque in Inghilterra nel 1923  e che morì nel 1971 dopo aver passato lunghi anni per lavoro alle Bermuda

Norman Bach era un valente giocatore britannico che risiedeva alle Bermuda, che vinse la Gold Cup nel 1937 (l'equivalente della Coppa Italia per la Gran Bretagna) e che gareggiò per il suo Paese come capitano giocatore nei Campionati Europei del 1938 e del 1939

Alla fine del secondo conflitto mondiale, Bach decise di organizzare una gara nella quale una squadra rappresentante ufficiale degli Stati Uniti si batteva con la squadra Campione d'Europa e con la squadra Campione dell'allora Impero Britannico, dando così al titolo in palio la nobiltà di Campionato del Mondo

Nacque così per iniziativa di un privato la prestigiosa Bermuda Bowl circa 8 anni prima che venisse fondata la World Bridge Federation

In verità, prima dell'ultimo conflitto mondiale si erano già avuti degli incontri assimilabili ad un Campionato del Mondo tra una squadra Europea ed una squadra Americana

Tra questi ricordiamo quello del 1933 tra la squadra francese capitanata da Pierre Bellanger e la squadra USA di Culbertson (il primo incontro intercontinentale della storia del Bridge) seguito nel dicembre del 1935 da quello disputato a New York e vinto di misura dalla squadra americana (Oswald Jacoby, Michael Gottlieb, David Burnstine, Howard Schenken) su quella francese (Pierre Albarran, Robert de Nexon, Georges Rousset, Emmanuel Tulumaris, Sophocle Venizelos)

Nel 1937 era nata la Lega Internazionale del Bridge alla quale aderivano sia la Lega Europea che quella Americana e che stabilì che ogni biennio si sarebbe tenuto un Campionato mondiale a Squadre; purtroppo, poco dopo, la guerra infranse questo progetto e la neo-nata Lega dovette sciogliersi non senza però aver dato vita nel 1937 a Budapest ad un terzo Campionato del Mondo a cui parteciparono 18 Squadre Europee e 2 Americane e che fu vinto dalla squadra austriaca capitanata da Paul Stern (Karl Von Bluhdorn, Edouard Frischauer, Walter Herbert, Hans Jellinek, Karl Schneider, Udo von Meissl) che in finale batté il famosissimo Culbertson Team (Josephine ed Ely Culbertson, Helen Sobel e Charles Vogelhofer)

Una edizione non ufficiale dei Campionati del Mondo si svolse nel 1938 e fu vinta dalla Gran Bretagna

La prima Bermuda Bowl si svolse ad Hamilton capitale delle Isole Bermuda (allora sotto la protezione inglese) tra la squadra Campione degli Stati Uniti e quella Campione d'Europa, tuttavia, considerato che quell'anno la squadra Campione d'Europa era anche la squadra Campione dell'Impero Britannico,  fu ammessa al torneo anche la Svezia in rappresentanza dell'Europa perché ai Campionati Europei di quell'anno era arrivata seconda. La formazione nordica comprendeva anche due giocatori islandesi

Da allora l'aggiudicazione della Bermuda Bowl ha sempre rappresentato la conquista della supremazia assoluta di una Nazione nel bridge, fino ad oggi tale scettro è stato quasi un fatto privato tra Stati Uniti (19 volte) e Italia 15 volte (ma, nell'era del mitico Blue Team, l'Italia decise di non partecipare alla competizione per due volte consecutive pur avendone diritto)

In questo dominio italo-americano sono riuscite ad inserirsi due volte la Francia e l'Olanda ed una volta ciascuno: la Gran Bretagna, l'Islanda, il Brasile, la Polonia e la Norvegia

Oggi, ad ogni edizione della Bermuda Bowl partecipano le squadre che ne acquisiscono il diritto attraverso la vittoria dei Campionati di Qualificazione delle rispettive Zone geografiche

Il giocatore che si è potuto fregiare più volte di questo prestigioso titolo è il compianto campionissimo azzurro Giorgio Belladonna che, tra il 1957 ed il 1975, l'ha vinto ben 13 volte

Il più sportivamente longevo è, invece, l'ineguagliabile americano Bob Hamman, che ha vinto il suo primo titolo nel 1970 e il decimo ed ultimo nel 2009, ben 39 anni dopo il primo!

 

 This contest, the oldest WBF Championship, grew out of private initiatives principally by the late Norman Bach

Norman Bach was a talented British player who lived in Bermuda, which won the Gold Cup in 1937 (the equivalent of the Italian Cup for Great Britain) and competed for his country as captain played in the European Championships of 1938 and 1939

At the end of World War II, Bach decided to organize a race where a team official representative of the United States fought with the champions of Europe and the champions of the then British Empire, giving the title up for grabs the nobility World Championship.
And so was born the private initiative of a prestigious Bermuda Bowl nearly eight years before it was founded the World Bridge Federation.
Indeed, before the Second World War had already had meetings similar to a World Cup from a European team and an American team

These include that of 1933 between the French team led by Pierre Bellanger and the U.S. team of Culbertson (the first match in the history of the Intercontinental Bridge) followed in 1935 by from that disputed in New York in 1935 and won by the American on the French team (Albarran, De Nexon, Rousset, Tulumaris, Venizelos)

In 1937 was born the International Bridge League whose membership comprises both the European or American League and decided that every two years there would be a World Championship Teams, unfortunately, shortly after the war broke this project and the newborn League had dissolved but not without having created in 1937 in Budapest to a third World Cup attended by 18 European and two American teams and that was won by Austrian team led by Paul Stern (Karl Von Blöhdorn, Edouard Frischauer, Walter Herbert, Hans Jellinek, Karl Schneider, Udo von Meissl) in the final beat the famous Culbertson Team (Ely and Josephine Culbertson, Helen Sobel and Charles Vogelhofer)

An unofficial edition of the World Championships took place in 1938 and was won by Britain

The first Bermuda Bowl was held in Hamilton the capital of Bermuda Islands (then under British protection) between the champions of the United States and the European champion, however, since that year the champions of Europe was also the team sample of the British Empire, was admitted to the tournament in Sweden also representing Europe for the European Championships that year she came second. The training included two players northern Iceland

Since then the award of the Bermuda Bowl has always been the conquest of the absolute supremacy of a nation in the bridge, so far this scepter was almost a private matter between the United States (19 times) and Italy 15 times (but in the age of the famous Blue Team, Italy decided not to participate in the competition for two consecutive times but failed to right)

In this domain Italian-American were able to fit twice Netherlands and France and once each: Britain, Iceland, Holland, Brazil, Poland and Norway

Today, every edition of the Bermuda Bowl participating teams will acquire the right by winning the Championship Qualification of their respective geographical areas

The player who could boast more times this prestigious title is the late champion blue Giorgio Belladonna that, between 1957 and 1975 she won 13 times

Most sporting longevity, however, is the incomparable American Bob Hamman, who won his first title in 1970 and the tenth and last in 2009, well after the first 39 years!

 

Paese Anni di vittoria
USA 19 1950 1951 1953 1954 1970 1971 1976 1977 1979 1981 1983 1985 1987 1995 2000 2001 2003 2009 2017
Italia 15 1957 1958 1959 1961 1962 1963 1965 1966 1967 1969 1973 1974 1975 2005 2013  
Francia 2 1956 1997
Olanda 2 1993 2011
Brasile 1 1989
GB 1 1955
Islanda 1 1991
Norvegia 1 2007
Polonia 1 2015
1950 (12 - 19 novembre) Hamilton - (Bermuda) - 3 squadre
1 - U.S.A.

Julius Rosenblum (cng), John Crawford, Charles Goren, George Rapee, Howard Schenken, Sydney Silodor, Samuel Stayman
2 - EUROPA Einar Werner (cg), Rudolf Kock, Niels-Olof Lilliehook, Jan Wohlin, Gunnar Gudmundsson, Einar Thornfinnsson
3 - GRAN BRETAGNA

Maurice Harrison-Gray (cg), Joel Tarlo, Leslie Dodds, Kenneth Konstam, Louis Tarlo, Nico Gardener
La Squadra seconda classificata aveva la rappresentanza per l'Europa

 

1951 - Napoli (Italia) - 2 squadre
1 - U.S.A. Julius Rosenblum (cng), Jay Becker, John Crawford, George Rapee, Howard Schenken, Samuel Stayman
2 - ITALIA Carl'Alberto Perroux (cng), Eugenio Chiaradia, Pietro Forquet, Guglielmo Siniscalco, Paolo Baroni, Augusto Ricci, Mario Franco

Dopo la prima edizione, per alcuni anni il Trofeo si è risolto in una sfida tra due sole squadre: la Campione degli USA e la Campione d'Europa

 

1952 - non disputato

 

1953 - New York (NY - U.S.A.) - 2 squadre
1 - U.S.A. Joseph Cohan (cng), Jay Becker, John Crawford, Theodore Lightner, George Rapee, Howard Schenken, Samuel Stayman
2 - SVEZIA Einar Werner, Gunnar Anulf, Rudolf Kock, Robert Larsen, Nils Olof Lilliehook, Jan Wohlin
 
1954 (9 - 14 gennaio) Montecarlo (Monaco) - 2 squadre
1 - U.S.A. Benjamin O. Johnson (cng), Clifford Bishop, Milton Q. Ellenby, Lewis Mathe, Don Oakie, William A. Rosen, Douglas Steen
2 - EUROPA Jacques Amouraben, Rene Bacherich, Pierre Ghestem, Marcel Kornblum, Karl Schneider, Jean Besse

 

1955 (10 - 15 gennaio) New York (NY - U.S.A.) - 2 squadre
1 - GRAN BRETAGNA Reginald Corwen (cng), Leslie Dodds, Kenneth Konstam, Adam Meredith, Jordanis Pavlides, Terence Reese, Boris Schapiro
2 - U.S.A. Peter Leventritt (cng), Clifford Bishop, Milton Ellenby, Lewis Mathe, John Moran, William Rosen, Alvin Roth

Dopo un iniziale predominio dello squadrone USA, le squadre Europee cominciarono a prendersi le loro rivincite. La prima squadra a riportare la Coppa al di qua dell'Oceano fu la Gran Bretagna seguita dalla Francia l'anno successivo

 
1956 (7 - 12 gennaio) Parigi (Francia) - 2 squadre
1 - FRANCIA Robert De Nexon (cng), René Bacherich, Pierre Ghestem, Pierre Jais, Roger Lattès, Bertrand Romanet, Roger Trézel
2 - U.S.A. Jeff Glick (cng), Myron Field, Charles Goren, Lee Hazen, Richard Kahn, Charles Solomon, Samuel Stayman

 
1957 ( 6 - 11 gennaio) New York (NY - U.S.A.) - 2 squadre
1 - ITALIA Carl'Alberto Perroux (cng), Walter Avarelli, Giorgio Belladonna, Eugenio Chiaradia, Massimo D'Alelio, Pietro Forquet, Guglielmo Siniscalco
2 - U.S.A. Rufus Miles jr. (cng), Charles Goren, Boris Koytchou, Peter Leventritt, Harold Ogust, William Seamon, Helen Sobel Smith

Nel 1957 la squadra italiana Campione d'Europa sbarcò a New York per difendere i colori europei dato che la Bermuda Bowl dell'anno precedente era stato appannaggio della Francia. I pronostici erano tutti a favore del formidabile team USA e i giocatori italiani sul piano mondiale erano dei semisconosciuti. Smentendo ogni pronostico gli azzurri trionfano e danno inizio alla ineguagliata leggenda del Blue Team

 

1958 (24 gennaio - 3 febbraio) - Como (Italia) - 3 squadre
1 - ITALIA Carl'Alberto Perroux (cng), Walter Avarelli, Giorgio Belladonna, Eugenio Chiaradia, Massimo D'Alelio, Pietro Forquet, Guglielmo Siniscalco
2 - U.S.A. Joseph Ripstra (cng), Jay Becker, John Crawford, George Rapee, Alvin Roth, Sydney Silodor, Tobias Stone
3 - ARGENTINA Carlos Cabanne, Alejandro Castro, Alberto Blousson, Ricardo Calvente, Marcelo Lerner

Nel 1958 la Bermuda Bowl viene organizzata sotto l'egida della WBF e per la prima volta viene ammessa in gara anche la squadra Campione del Sud America. Per la prima volta l'incontro della finale viene trasmesso in bridgerama.

 
1959 (7 - 15 febbraio) New York (U.S.A.) - 3 squadre
1 - ITALIA  Carl'Alberto Perroux (cng), Walter Avarelli, Giorgio Belladonna, Eugenio Chiaradia, Massimo D'Alelio, Pietro Forquet, Guglielmo Siniscalco
2 - U.S.A. Charels Solomon (npc), Harry Fishbein, Sam Fry, Leonard Harmon, Lee Hazen, Sidney Lazard, Ivar Stakgold
3 - ARGENTINA Luis Santa Coloma (cng), Alberto Berisso, Ricardo Calvente, Alejandro Castro, Carlos Dibar, Arturo Jacques, Egisto Rocchi

 
1960 - Non disputato per Concomitanza Olimpiadi

Nel 1960 si cominciano a disputare le Olimpiadi del Bridge in concomitanza con le Olimpiadi estive e pertanto si decide che negli anni olimpici la Bermuda Bowl non verrà disputata.

Si decide anche che il Campionato del Mondo da triangolare diverrà un quadrangolare ammettendo in gara anche la squadra Campione Olimpico

 
1961 (15 - 23 aprile) Buenos Aires (Argentina) - 4 squadre
1 - ITALIA Carl'Alberto Perroux (cng), Walter Avarelli, Giorgio Belladonna, Eugenio Chiaradia, Massimo D'Alelio, Pietro Forquet, Benito Garozzo
2 - U.S.A. Frank Westscott (cng), John Gerber, Paul Hodge, Norman Kay, Peter Leventritt, Sidney Silodor, Howard Schenken
3 - FRANCIA Robert De Nexon (cng), René Bacherich, Claude Deruy, Pierre Ghestem, José Le Dentu, Roger Trézel
 
1962 (13 gennaio - 12 febbraio) New York (NY - U.S.A.) - 4 squadre
1 - ITALIA

Carl'Alberto Perroux (cng), Walter Avarelli, Giorgio Belladonna, Eugenio Chiaradia, Massimo D'Alelio, Pietro Forquet, Benito Garozzo
2 - NORD AMERICA John Gerber (cng), Sami Kehela (coach), Charles Coon, Mervin Key, Lewis Mathe, Eric Murray, Robert Nail, Ron Von der Porten
3 - GRAN BRETAGNA

Louis Tarlo (cng), Nico Gardener, Kenneth Konstam, Tony Priday, Claude Rodrigue, Albert Rose, Alan Truscott
Si decide che anche i Campioni del Mondo in carica sono ammessi di diritto
 
1963 (15 - 23 giugno) Saint Vincent (Italia) - 4 squadre
1 - ITALIA

Carl'Alberto Perroux (cng), Camillo Pabis Ticci, Giorgio Belladonna, Eugenio Chiaradia, Massimo D'Alelio, Pietro Forquet, Benito Garozzo
2 - NORD AMERICA John Gerber (cng), Sami Kehela (coach), Jim Jacoby, Robert Jordan, Peter Leventritt, Robert Nail, Arthur Robinson, Howard Schenken
3 - FRANCIA

Robert De Nexon (cng), René Bacherich,Gerard  Desrousseaux, Pierre Ghestem, Jacques Stetten, Georges Theron, Leon Tintner
 
1964 - Non disputato per Concomitanza Olimpiadi
 
1965 (16 - 22 maggio)  Buenos Aires (Argentina) - 4 squadre
1 - ITALIA Carl'Alberto Perroux (cng), Camillo Pabis Ticci, Giorgio Belladonna, Walter Avarelli, Massimo D'Alelio, Pietro Forquet, Benito Garozzo
2 - U.S.A. John Gerber (cng), Sami Kehela (coach), Howard Schenken, Ivan Erdos, Peter Leventritt, Kelsey Petterson, Jay Becker, Dorothy Hayden Truscott
3 - ARGENTINA Eduardo Marquardt (cng), Luis Attaguile, Egisto Rocchi, Carlos Cabanne, Agustin Santamarina, Marcelo Lerner, Alberto Berisso
Il capitano non giocatore della Squadra Inglese Ralph Swimer, ritira la sua Coppia più famosa a 2 turni dalla fine a causa delle accuse lanciate dagli americani

 

1966 (26 aprile - 8 maggio) Saint Vincent (Italia) - 5 squadre
1 - ITALIA Carl'Alberto Perroux (cng), Camillo Pabis Ticci, Giorgio Belladonna, Walter Avarelli, Massimo D'Alelio, Pietro Forquet, Benito Garozzo
2 - NORD AMERICA Julius Rosemblum (cng), Phil Feldesman, Bob Hamman, Sammy Kehela, Lewis Mathe, Eric Murray, Ira Rubin
3 - VENEZUELA Maurice Kerr (cng), Mario Onorati, Renato Straziota, David Berah, Roger Rossignol, Francis Vernon, Roberto Benaim

Viene ammessa al Campionato del Mondo anche la squadra Campione dell'Est Asiatico e così la Bermuda Bowl diventa un pentagonale, inoltre, USA e Canada si alleano nel tentativo di fare una squadra più forte capace di spodestare gli italiani, ma la musica non cambia e gli incredibili azzurri restano imbattibili!

 
1967 (26 maggio- 4 giugno) Miami Beach (FL - U.S.A.) - 5 squadre
1 - ITALIA

Guido Barbone (cng), Camillo Pabis Ticci, Giorgio Belladonna, Walter Avarelli, Massimo D'Alelio, Pietro Forquet, Benito Garozzo
2 - NORD AMERICA Julius Rosenblum (cng), Edgar Kaplan, Norman Kay, Sammy Kehela, William Root, Eric Murray, Alvin Roth
3 - FRANCIA

René Huni (cng), Jean Michel Boulenger, Jacques Pariente, Jean Marc Roudinesco, Jacques Stetten, Henri Szwarc, Leon Tintner
Per la prima volta compare a fianco del bridgerama la televisione a circuito chiuso
 
1968 - Non disputato per Concomitanza Olimpiadi
 
1969 (8 - 17 maggio) Rio de Janeiro (Brasile) - 5 squadre
1 - ITALIA Ennio Modica (CT), Angelo Tracanella (cng), Camillo Pabis Ticci, Giorgio Belladonna, Walter Avarelli, Massimo D'Alelio, Pietro Forquet, Benito Garozzo
2 - TAIWAN Charles Wei (cng), Frank Huang, Patrick Huang, Chun San Shen, K. W. Shen, Kovit Suchartkul, Min FangTai
3 - U.S.A. Oswald Jacoby (cng), Bill Eisenberg, Robert Goldman, Bob Hamman, Edwin Kantar, Sidney Lazard, George Rapee

 

1970 (15 giugno - 4 luglio) - Stoccolma (Svezia) - 5 squadre
1 - U.S.A. Oswald Jacoby(cng), Bill Eisenberg, Robert Goldman, Bob Hamman, Jim Jacoby, Michael Lawrence, Bobby Wolff
2 - TAIWAN David Yp Mao (cng), Conrad Cheng, Elmer Hsia, Patrick Huang, Harry Lin, Min Fang Tai
3 - NORVEGIA Baard Bardsen (cng), Erik Hoie, Tore Jensen, Knut Koppang, Bjorn Larsen, Louis André Strom, Willy Varnas

Il Blue Team onusto di titoli, decide di non partecipare più ai Campionati del Mondo e così lo squadrone degli Aces di Dallas può finalmente riportare la Coppa al di là dell'Oceano. L'Italia arriva 5ª con Angelo Tracannella (cng), Riccardo Tersch, Andreina Martinelli, Giuseppe Barbarisi, Enrico Cesati, Vittorio La Galla, Bruno De Ritis

 
1971 (6 -17 maggio)  Taipei (Taiwan) - 6 squadre
1 - U.S.A.  Oswald Jacoby (cng), Bill Eisenberg, Robert Goldman, Bob Hamman, Jim Jacoby, Michale Lawrence, Bobby Wolff
2 - FRANCIA René Huni (cng), Jean Michel Boulenger, Pierre Jais, Jean Marc Roudinesco, Jean Louis Stoppa, Henri Szwarc, Roger Trézel
3 - AUSTRALIA Jessel Rothfield (cng), Jim Borin, Norma Borin, Richard Cummings, Denis Howard, Tim Seres, Roelof Smilde
Edizione a 6 squadre tra Campione Europeo 1970, Campione Mondiale in carica, Campione del Sud America, Campione dell'Estremo Oriente, Campione del Pacifico ed un seconda squadra U.S.A. in rappresentanza del Nord America
 
1972 - Non disputato per Concomitanza Olimpiadi

 

1973 (15 - 25 maggio) Guaruja (Brasile) - 5 squadre
1 - ITALIA Sandro Salvetti (cng), Giorgio Belladonna, Benito Bianchi, Pietro Forquet, Giuseppe Garabello, Vito Pittalà, Benito Garozzo
2 - U.S.A. Ira Corn jr. (cng), Mark Blumenthal, Robert Goldman, Bob Hamman, Jim Jacoby, Michael Lawrence, Bobby Wolff
3 - BRASILE Adelstano Porto D'Ave (cng), Pedro Paulo Assumpcao, Marcelo Branco, Pedro Paulo Branco, Gabriel Chagas, Gabino Cintra, Christiano Fonseca
Dopo la vittoria nell'Olimpiade del 1972 il favoloso Vecchio Blue Team si scioglie definitivamente. Tuttavia, tre dei componenti della Squadra (Belladona, Garozzo e Forquet) decidono di  rientrare in gioco e non ce ne è più per nessuno!

Torneo a 5 squadre tra rappresentativa W.B.F. (Campione in carica), Campione Europeo 1971, Campione del Sud America, Campione del Pacifico ed una seconda squadra U.S.A. in rappresentanza del Nord America

 
1974 (20 - 28 maggio) Venezia (Italia) - 6 squadre
1 - ITALIA

Sandro Salvetti (cng), Giorgio Belladonna, Benito Bianchi, Pietro Forquet, Arturo Franco, Benito Garozzo, Dano De Falco
2 - NORD AMERICA Ira Corn jr. (cng), Mark Blumenthal, Robert Goldman, Robert Hamman, Sammy Kehela, Eric Murray, Robert Wolff
3 - BRASILE

George Vero (cng), Pedro Paulo Assumpçao, Marcelo Branco, Pedro Paulo Branco, Gabriel Chagas, Gabino Cintra, Christiano Fonseca
Dal 1974 entrano in scena nella Bermuda Bowl i bidding box.

Torneo a 6 squadre tra Campione Mondiale in carica, Campione del Centro e Nord America, Campione Europeo 1973 (già presente e sostituito dal vice), Campione del Pacifico, Campione del Sud America, Campione dell'Est asiatico

 
1975 (24 gennaio - 1 febbraio) Southampton (Bermuda) - 5 squadre
1 - ITALIA Sandro Salvetti (cng), Giorgio Belladonna, Benito Garozzo, Gianfranco Facchini, Sergio Zucchelli, Arturo Franco, Vito Pittalà
2 - U.S.A. Alfred Sheinwold (cng), Bill Eisenberg, Bob Hamman, Edwin Kantar, Paul Soloway, John Swanson, Bobby Wolff
3 - FRANCIA René Bacherich (cng), Jean Michel Boulenger, Michel Lebel, Francois Leenhardt, Christian Mari, Henri Szwarc, Edmond Vial
Torneo a 5 squadre tra Nord America, Campione Europeo 1974, Campione dell'Est asiatico, Campione Mondiale in carica e Campione del Sud America

 

1976  (9 - 22 maggio) - Montecarlo (Monaco) - 6 squadre
1 - NORD AMERICA Dan Morse (cng), Ira Corn (vc), Bill Eisenberg, Fred Hamilton, Erik Paulsen, Hugh Ross, Ira Rubin, Paul Soloway
2 - ITALIA Sandro Salvetti (cng), Vito Pittalà, Benito Garozzo, Giorgio Belladonna, Antonio Vivaldi, Pietro Forquet, Arturo Franco
3 - ISRAELE Reuben Kunin (cng), Mori Stampf (ac), Mike Ledeen (coach), Julian Frydrich, Michael Hochzeit, Schmuel Lev, Yeshayahu Levit, Pinchas Romik, Eliakim Shaufel

Nel 1976 dopo una supremazia mondiale quasi imbarazzante durata interrottamente per 15 anni, comincia il declino del mitico Blue Team e comincia a risplendere l'astro dello squadrone a stelle e strisce.

Torneo a 6 squadre tra Campione Mondiale in carica, Campione del Centro e Nord America, Campione Europeo 1975 (già presente e sostituito dal vice), Campione del Pacifico, Campione del Sud America, Campione dell'Est asiatico

 

1977 (20 - 28 ottobre) - Manila (Filippine) - 6 squadre
1 - NORD AMERICA Roger Stern (cng), Bob Hamman, Bobby Wolff, Bill Eisenberg, Edwin Kantar, Paul Soloway, John Swanson, Steve Altman
2 - U.S.A.  Ed Theus (cng), Fred Hamilton, Mike Passell, Erik Paulsen, Hugh Ross, Ira Rubin, Ron Von der Porten
3 - SVEZIA Sven-Erik Berglund (cng), Sven-Olof Flodqvist, Hans Gothe, Jorgen Lindqvist, Anders Morath, Per-Olof Sundelin, Anders Brunzell

In seno alla WBF viene deciso che la Bermuda Bowl verrà disputata a cadenza biennale nei soli anni dispari, negli anni pari si disputeranno invece alternativamente le Olimpiadi ed i Campionati del Mondo.

Torneo a 6 squadre tra Campione Europeo 1977, Campione Mondiale in carica, Campione del Sud America, Campione dell'Est asiatico, Campione del Pacifico ed una seconda squadra U.S.A. in rappresentanza del Nord America

 
1979 (9 - 19 ottobre) - Rio de Janeiro (Brasile) - 6 squadre
1 - NORD AMERICA Ed Theus (cng), Bill Eisenberg, Edwin Kantar, Paul Soloway, Robert Goldman, Malcolm Brachman, Mike Passell
2 - ITALIA Sandro Salvetti (cng), Benito Garozzo, Lorenzo Lauria, Vito Pittalà, Giorgio Belladonna , Dano De Falco, Arturo Franco
3 - AUSTRALIA Denis Howard (cng), Jim Borin, Norma Borin, Dick Cummings, Andrew Reiner, Bobby Richman, Tim Seres
Torneo a 6 squadre tra Campione del Centro e Nord America, Campione Europeo 1979, Campione Mondiale in carica, Campione del Sud America, Campione dell'Est asiatico e Campione del Pacifico
 
1981 (19 - 30 Ottobre) - Port Chester (NY - U.S.A.) - 7 squadre
1 - U.S.A. Tom Sanders (cng), Jeff Meckstroth, Eric Rodwell, Bobby Levin, Russ Arnold, Bud Reinhold, John Solodar
2 - PAKISTAN Sattar Cochinwala (cng), Nishat Abedi, Nisar Ahmed, Jan E Alam Fazli, Munir Ataullah, Zia Mahmood, Masood Salim
3 - POLONIA Marian Frenkiel (cng), Aleksander Jezioro, Julian Klukowski, Marek Kudla, Krysztof Martens, Andrzej Milde, Tomas Przybora

Dall'edizione del 1981 la competizione della Bermuda Bowl viene allargata ad un maggior numero di Squadre nazionali. L'Italia non partecipa

 
1983 (24 settembre - 8 ottobre) - Stoccolma (Svezia) - 10 squadre
1 - U.S.A. Joe Musumeci (coach), Ron Rubin, Michael Becker, Alan Sontag, Peter Weichsel, Bob Hamman, Bobby Wolff
2 - ITALIA Guido Resta (cng), Benito Garozzo, Lorenzo Lauria, Giorgio Belladonna, Carlo Mosca, Dano De Falco, Arturo Franco
3 - FRANCIA Pierre Schemeil (cng), Philippe Cronier, Michel Corn, Michel Lebel, Herve Mouiel, Philippe Soulet, Henri Szwarc
 
1985 (20 ottobre - 2 novembre) - San Paolo (Brasile) - 9 squadre
1 - U.S.A. Alfred Sheinwold (cng), Bob Hamman, Bobby Wolff, Chip Martel, Lew Stansby, Peter Pender, Hugh Ross
2 - AUSTRIA Franz Baratta (cng), Heinrich Berger, Wolfgang Meinl, Kurt Feichtinger, Karl Rohan, Jan Fucik, Franz Terraneo
3 - ISRAELE Avrick Peleg (cng), David Birman, Shalom Zeligman, Julian Frydrich, Michael Hochzeit, Sam Lev, Eliakim Shaufel

L'Italia non partecipa

 
1987 (11- 24 ottobre) - Ocho Rios (Giamaica) - 10 squadre
1 - U.S.A. Dan Morse (cng), Bobby Wolff, Lew Stansby, Chip Martel, Hugh Ross, Bobby Hamman, Mike Lawrence
2 - GRAN BRETAGNA Tony Priday (cng), Jeremy Flint, John Armstrong, Tony Forrester, Raymond Brock, Robert Sheehan, Graham Kirby
3 - SVEZIA P. D. Lindeberg (cng), Hans Gothe, Tommy Gullberg, Magnus Lindkvist, Bjorn Fallenius, Sven Olov Flodqvist, Per Olof Sundelin

L'Italia non partecipa

 

1989 (9 - 23 settembre) - Perth (Australia) - 10 squadre
1 - BRASILE Pedro Paulo Assumpçao (cng), Gabriel Chagas, Marcelo Branco, Pedro Paulo Branco, Roberto de Mello, Ricardo Janz, Carlos Camacho
2 - U.S.A. Dan Morse (cng), Chip Martel, Lew Stansby, Peter Pender, Hugh Ross, Mike Lawrence, Kit Woolsey
3 - POLONIA Marian Frenkiel (cng), Cezary Balicki, Adam Zmudzinski, Krysztof Moszczynski, Julian Klukowski, Krysztof Martens, Marek Szymanowski

Ad interrompere il dominio degli Stati Uniti entrano sulla scena della Bermuda Bowl gli outsider brasiliani. L'Italia non partecipa

 
1991 (29 settembre - 11 ottobre) - Yokohama (Giappone) - 16 squadre
1 - ISLANDA Bjorn Eysteinsson (cng), Orn Arnthorsson, Gudlaugur Johannsson, Gudmundur Pall Arnarson, Thorlakur Jonsson, Jon Baldursson, Adalsteinn Jorgensen
2 - POLONIA Boleslaw Ostrowski (cng), Andrzej Orlow (coach), Cezary Balicki, Adam Zmudzinski, Piotr Gawrys, Krysztof Lasocki, Kryzstof Martens, Marek Szymanowski
3 - SVEZIA Svante Ryman (cng), Per Olof Sundelin, Tommy Gullberg, Bjorn Fallenius, Mats Nilsland, Anders Morath, Sven Ake Bjerregaard

L'Italia non partecipa

 
1993 (29 agosto - 10 settembre) - Santiago del Cile (Cile) - 16 squadre
1 - OLANDA Jaap Trouwborst (cng), Bauke Muller, Peter Jansen, Enri Leufkens, Wubbo de Boer, Jan Westerhof, Berry Westra
2 - NORVEGIA Runar Lillevik, Glenn Groetheim, Terje Aa, Arild Rasmussen, Jon Sveindal, Geir Helgemo, Tor Helness
3 - BRASILE Pedro Paulo Asumpcao (cng), Marcelo Amaral, Marta de Oliveira Barbosa, Pedro Paulo Branco, Carlos Camacho, Gabriel Chagas, Roberto De Mello

L'Italia non partecipa

 

1995 (8 - 21 ottobre) - Pechino (Cina) - 16 squadre
1 - U.S.A.  Edgar Kaplan (cng), Nick Nickell, Richard Freeman, Jeff Mecksroth, Eric Rodwell, Bob Hamman,  Bobby Wolff
2 - CANADA Irving Litvack (cng), Eric Kokish, Joey Silver, Boris Baran, Mark Molson, George Mittelman, Fred Gittelman
3 - FRANCIA Jean-Paul Meyer (cng), Robert Reiplinger, Philippe Soulet, Paul Chemla, Michel Perron, Michel Lebel, Philippe Cronier

Gli Stati Uniti salgono nuovamente sullo scalino più alto del podio. L'Italia arriva 11ª

 
1997 (19 ottobre - 1 novembre) - Hammamet (Tunisia) - 18 squadre
1 - FRANCIA Jean Louis Stoppa (cng), Paul Chemla, Michel Perron, Christian Mari, Alain Levy, Herve Mouiel, Franck Multon
2 - U.S.A.  Walter Walvich (cng), Bob Hamman, Bobby Wolff, Jeff Meckstroth, Eric Rodwell, Nick Nickell, Dick Freeman
3 - NORVEGIA Einar Asbjorn Brenne (cng), Rolf E. Olsen (coach), Geir Helgemo, Tor Helness, Terje Aa, Glenn Groetheim, Boye Brogeland, Erik Saelensminde

L'Italia giunge 5ª

 
1999 - disputata l'anno seguente

 

2000 (7 - 21 gennaio) - Hamilton (Bermuda) - 20 squadre
1 - U.S.A. Sydney Lazard (cng), Eric Kokish (coach), Bob Hamman, Paul Soloway, Jeff Meckstroth, Eric Rodwell, Nick Nickell, Dick Freeman
2 - BRASILE Pedro Assumpçao (cng), Gabriel Chagas, Marcelo Branco, Miguel Villas Boas, Joao-Paulo Campos, Roberto Mello, Ricardo Janz
3 - U.S.A. Michael Becker (cng), Zia Mahmood, Chip Martel, Michael Rosenberg, Neil Silverman, Lew Stansby, Jeff Wolfson

L'Italia giunge 5ª

 
2001 (22 ottobre - 3 novembre) - Parigi (Francia) - 18 squadre
1 - U.S.A. Jan Martel (cng), Fred Gitelman (coach), Rose Meltzer, Kyle Larsen, Chip Martel, Lew Stansby, Alan Sontag, Peter Weischel
2 - NORVEGIA Einar Asbjorn Brenne (cng), Rolf E. Olsen (coach), Terye Aa, Boye Brogeland, Glenn Groetheim, Geir Helgemo, Tor Helness, Erik Saelesminde
3 - POLONIA Boguslav Skuza (cng), Woitek Siwiec (coach), Cezary Balicky, Michael Kwiecen, Marcin Lewinski, Krzystzof Martens, Jacek Pszcola, Adam Zmudzimski
Rose Meltzer di New York, sponsor di USA2, è la prima giocatrice della storia del bridge che si è potuta fregiare del titolo di Campione del Mondo OPEN. L'Italia arriva 4ª

 

2003 (2 - 15 novembre) - Montecarlo (Principato di Monaco) - 22 squadre
1 - U.S.A. Sydney Lazard (cng), Eric Kokish (coach), Eric Rodwell, Jeff Meckstroth, Paul Soloway, Bob Hamman, Nick Nickell, Dick Freeman 
2 - ITALIA Maria Teresa Lavazza (cng), Massimo Ortensi (coach), Alfredo Versace, Lorenzo Lauria, Giorgio Duboin, Norberto Bocchi, Fulvio Fantoni, Claudio Nunes
3 - U.S.A. Ralph Cohen (cng), Geoff Hampson (coach), Doug Doub, Bobby Wolff, Adam Wildavsky, Pratap Rajadhyaksha, Dan Morse, Stephen Landen

Continua la maledizione delle Bermuda per gli azzurri che nel 2003 dominano in tutte le competizioni possibili ed immaginabili, ma, a Montecarlo vengono sconfitti dai soliti americani per 1 M.P.!

 
2005 (22 ottobre - 5 novembre) - Estoril (Portogallo) - 22 squadre
1 - ITALIA Maria Teresa Lavazza (cng), Massimo Ortensi (coach), Alfredo Versace, Lorenzo Lauria, Giorgio Duboin, Norberto Bocchi, Fulvio Fantoni, Claudio Nunes
2 - U.S.A. Sydney Lazard (cng), Eric Kokish (coach), Eric Rodwell, Jeff Meckstroth, Paul Soloway, Bob Hamman, Nick Nickell, Dick Freeman 
3 - U.S.A. Stephen Landen cng, Sheri Winestock (coach), Fred Gitelman, Eric GrecoGeoff Hampson, Brad Moss, Ron Rubin, Russ Ekeblad

Finalmente dopo 30 anni la Coppa torna a casa!

 

2007 (29 settembre - 13 ottobre) - Shanghai (Cina) - 22 squadre
1 - NORVEGIA Sten Bjertnes (cng), Vegard Brekke (coach), Boye Brogeland, Glenn Groetheim, Geir Helgemo, Tor Helness, Erik Saelensminde, Ulf Tundal
2 - USA   Jan Martel (cng), Chip Martel (coach), Steve Garner, George Jacobs, Ralph Katz, Zia Mahmood, Michael Rosenberg, Howard Weinstein
3 -  OLANDA Eric Laurant (cng), Antoon Maas (coach), Ton Bakkeren, Huub Bertens, Sjoert Brink, Bas Drijver, Bauke Muller, Simon de Wijs

Vincono gli outsider norvegesi! Un'altra Nazione si unisce al ristretto novero delle vincitrici. L'Italia arriva 5ª

 

2009 (29 agosto - 12 settembre) - San Paolo (Brasile) - 22 squadre
1 - USA Donna Compton (cng), Eric Kokish (coach), Bob Hamman, Ralph Katz, Zia Mahmood, Jeff Meckstroth, Nick Nickell, Eric Rodwell
2 - ITALIA Maria Teresa Lavazza (cng), Massimo Ortensi (coach), Alfredo Versace, Lorenzo Lauria, Giorgio Duboin, Antonio Sementa, Fulvio Fantoni, Claudio Nunes
3 - BULGARIA Vladislav Nikolov Isporski (cng), Victor Aronov, Diyan Danailov, Kalin Karaivanov, Georgi Karakolev, Julian Stefonov, Roumen Trendfilov

 

2011(16 - 29 ottobre) - Veldhoven (Olanda) - 22 squadre
1 -  OLANDA Eric Laurant (cng), Antoon Maas (coach), Sjoert Brink, Bas Drijver, Bauke Muller, Simon de Wijs, Louk Verhees jr, Ricco van Proijen
2 - USA Curtis Cheek (cng), Joe Grue, Kevin Bathurst, John Hurd, Justin Lall, Joel Wooldridge, Daniel Zagorin
3 - ITALIA Maria Teresa Lavazza (cng), Massimo Ortensi (coach), Alfredo Versace, Lorenzo Lauria, Giorgio Duboin, Antonio Sementa, Agustin Madala, Norberto Bocchi

 

2013 (17 - 29 settembre) - Bali  (Indonesia) - 22 squadre

1 - ITALIA Gianni  Medugno (cng), Giuseppe Failla (coach), Alfredo Versace, Lorenzo Lauria, Giorgio Duboin, Antonio Sementa, Agustin Madala, Norberto Bocchi
2 - MONACO Jean Charles Allavena (cng), Krzysztof Martens (coach), Pierre Zimmermann, Claudio Nunes, Fulvio Fantoni, Franck Multon, Tor Helness, Geir Helemo
3 - POLONIA Piotr Walczak (cng), Marel Wojcicki (coach), Cezary Balicki, Krzysztof Buras, Krzysztof Jassem, Marcin Mazurkiewicz, Grzegorz Narkiewicz, Adam Zmudzinski

 

2015 (26 settembre - 10 ottobre) - Madras (India) - 22 squadre

1 - POLONIA Piotr Walczak (cng), Stanislaw Golebiowski (coach), Piotr Gawrys, Krzysztof Jassem, Marcin Mazurkiewicz, JacekKalita, Michal Klukowski, Michal Nowosadzki
2 - SVEZIA Jan Lagerman (cng), Tommy Bergdahl, Fredrik Nystrom, Johan Silvan, Johan Upmark, Niklas Warne, Frederic Wrang
3 - USA Shane Blanchard (cng), Joel Wooldridge, Gavin Wolpert, John Kraniak, John Hurd, Paul Frieman, Vincent Demuy
L'Italia non partecipa

 

2017 (12 - 26 agosto) - Lione (Francia) - 22 squadre

1 - USA Jan Martel (cng), Martin Fleisher, Chip Martel, Michael Rosenberg, Brad Moss, Jacek Pszczola, Joe Grue
2 - FRANCIA Lionel Sebbane (cng), Thomas Bessis, Francois Combescure, Cedric Lorenzini, Jean-Christophe Quantin, Jerome Rombaut, Frederic Volcker
3 - BULGARIA Marta Nikolova (coach), Victor Aronov, Diana Damianova, Georgi Karakolev, Vladimir Mihov, Ivan Nanev, Julian Stefanov

 

Indice Campionati