Home Page

Splinter

La splinter è una convenzione piuttosto utile in quanto va ad occupare dei livelli dichiarativi solitamente lasciati liberi da particolari significati introducendo un elemento di indagine suppletiva che a volte può rivelarsi determinante.

Il termine splinter nella lingua inglese è sinonimo di scheggia  e, in effetti, la splinter è una convenzione che deriva dalla fragment bid e che prevede che alcune licite eseguite a salto in un nuovo colore rivelino buon fit almeno quarto nell'ultimo colore dichiarato dal compagno ed il seme nel quale si possiede una brevità.

I tempi da dedicare alle splinter devono essere opportunamente concordati ma, in generale, possiamo definire come splinter qualsiasi licita eseguita in un nuovo colore a salto che non abbia un suo diverso esplicito significato.

Un uso intensivo della splinter ne contempla l'adozione in tutte queste sequenze:

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

4

 

buon fit almeno quarto nel nobile e singolo o vuoto nel minore

 

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

3

 

buon fit almeno quarto a cuori e singolo o vuoto a picche

 

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

2

P

3

     

buon fit almeno quarto a picche e singolo o vuoto rosso

 

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

2

P

3

     

buon fit almeno quarto a quadri e singolo o vuoto a cuori

 

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

2

P

3

     

buon fit almeno quarto a fiori e singolo o vuoto nel colore annunciato

 

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

2

P

3

     

buon fit almeno quarto a fiori e singolo o vuoto nel nobile

 

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

1

P

4

     

buon fit almeno quarto a cuori e singolo o vuoto a quadri

 

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

1

P

1

 P

4

 

buon fit almeno quarto a picche e singolo o vuoto nel minore

 

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

1

P

2

 P

3

 

buon fit almeno quarto a fiori e singolo o vuoto a quadri

 

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

3

 

buon fit almeno quarto a cuori e singolo o vuoto a picche

Chi esegue una splinter, mostra interesse per lo slam solo a condizione che la sua brevità risulti ben posizionata rispetto ai valori del compagno.

Per capire meglio la grande utilità della splinter, si osservi lo schema qui sotto, dove le carte dello stesso  dichiarante (in alto), fronteggiano quelle simili di due diversi rispondenti situati in basso rispettivamente in A ed in B:

A  AJ85 B
 A98
 8
 AK752 
 KQ32

 KQ32 
 KQ2  T765
 T765   KQ2 
 96  96

Nello schema qui sopra, Nord apre di un fiori e quando vede il cartellino di un picche da Sud, valuta a ragione di avere una gran bella mano, i suoi PO non sono moltissimi ma è pieno di teste, ha un discreto fit con il colore presentato dal rispondente ed ha anche un accettabile colore di affrancamento laterale. Pur tuttavia, Nord in assenza della convenzione splinter, si vedrebbe costretto a mostrare la sua mano con un generico salto in appoggio alle picche del compagno:

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

1

P

3

P

?

 

A questo punto se immaginate di non conoscere la mano di Nord e vi mettete prima al posto del Sud contrassegnato dalla lettera A e poi in quello dell'altro contrassegnato con la lettera B, dovrete riconoscere che in entrambi i casi non disponete di elementi sufficienti per dichiarare qualcosa di diverso dalla manche a picche.

Dal punto di vista di Sud le due mani A e B risultano identiche e, proprio non si vede, come potrebbe essere giustificata un'iniziativa diversa dal rialzo a manche.

Eppure con le carte in A lo slam è cosa quasi certa, mentre con quelle in B è praticamente infattibile.

Se, però Nord in sostituzione del suo salto in appoggio, potesse ricorrere ad una splinter:

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

1

P

4

P

?

 

Il Sud in A potrebbe valutare i suoi 10PO come tutti utili al suo partito, al contrario di quello in B che ne vedrebbe la metà "sprecati" a fronte della brevità del compagno.

La localizzazione degli onori è uno degli elementi portanti della dichiarazione.

In questo senso, la splinter può aiutare moltissimo nell'effettuare una corretta valutazione delle possibilità offerte dalle forze congiunte della propria linea.

Ma come si prosegue dopo aver riconosciuto come splinter il salto in nuovo colore effettuato dal proprio compagno?

E' molto semplice:

  • se si valuta la forza della propria mano comunque insufficiente per impegnare uno slam, si riporta a manche;

  • se si valuta che la forza della propria mano è comunque sufficiente per traguardare uno slam, si prosegue l'indagine ricorrendo ad una delle convenzioni all'uopo disponibili nel proprio sistema;

Nell'esempio di poco fa, il giocatore in A potrebbe proseguire l'indagine di slam dichiarando 4cuori in (cue bid) mentre quello in B, si limiterebbe a riportare nella manche a picche.

Un'ultima notazione meritano un paio di sequenze tipo che producono spesso sconquassi tra gli splinteristi:

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

4

 

Sud

Ovest

Nord

Est

1

P

2

P

4

   

In entrambe, vi suggerisco di abolire la splinter e riservare a questi salti, un mero significato naturale. In proposito vedi anche double splinter.

 Splinter contrate

Spesso gli avversari cercano di avvantaggiarsi del fatto che si è dichiarata una brevità e contrano per mostrare valori nel seme nominato convenzionalmente dalla linea dichiarante:

Sud

Ovest

Nord

Est

1 

P

4

X

?

 

 

 

questo è il motivo principale per il quale se dovessi necessariamente fare una scelta, preferirei la fragment bid alla splinter, in ogni caso, non bisogna perdere l'occasione di ricavare un qualche vantaggio dall'intervento avversario, assegnando un particolare significato alle voci dichiarative che si rendono disponibili:

 passo = nega Asso nel seme splinter e chiede il !! in caso di void

 surcontro = Asso nel seme splinter senza altre cue bid

4 = Asso nel seme della splinter e in quello licitato

4 = nessun interesse al controllo di 1º giro nel seme splinter

L'Asso è l'unico onore che non riduce di molto il suo valore quando viene a fronteggiare il seme della splinter e questo perché lo "splinterista" sarà molto più spesso singolo piuttosto che chicane.

Indice