Home Page

Trial Bid

Le trial bid furono introdotte nel suo sistema Romex da George Rosenkraz con il nome originario di "Help Suite Game Tries" e hanno lo scopo di indagare le possibilità di manche quando il punteggio è scarso.

Per meglio introdurre il concetto sotteso dalle trial bid, iniziate osservando le carte di questa linea:

AQJxx

xx

Axxx

Ax

KTxx

xxxx

xxx

Kx

con un normalissimo naturale quinta nobile iniziate in Ovest con 1ª e quando il partner rialza l'apertura (appoggio debole), valutate di avere un'ottima mano, fatta di 15PO e, soprattutto, di 3Assi che valgono un tentativo di manche.

Est non vi sostiene e la cosa finisce lì:

Ovest

Nord

Est

Sud

1ª

P

2ª

P

3ª

     

Realizzate il vostro parziale senza grossi problemi (pagando 4 prese nei colori rossi) e pensate che tutto sia andato bene.

Ma, non è proprio così.

Se provate a invertire i minori nella mano di Est:

AQJxx

xx

Axxx

Ax

KTxx

xxxx

Kx

xxx

La licita si svolgerebbe alla stessa identica maniera, ma, stavolta, vi pentireste di non aver raggiunto la manche, perché, pur con soli 21PO in linea, le 10 prese a picche sono stese sul tavolo.

Non è tanto il complesso della forza espresso in PO che conta nella scelta del traguardo finale, conoscere la dislocazione degli onori nei vari colori è molto più importante.

Le trial bid  sono un modo per scoprire proprio dove si trovano gli onori del compagno.

Ne esistono di vario tipo.

Le Long Trial Bid (originariamente Long Suite Game Tries) ricercano la copertura onori nel secondo colore della mano dell'apertore e risolvono la prima situazione:

Ovest

Nord

Est

Sud

1ª

P

2ª

P

3¨

P

3/4ª fine

Con le carte del primo esempio Est ripiegherebbe a 3ª, perché non ha copertura onori nel seme di quadri; con le carte del secondo, Est chiamerebbe, invece, la manche.

All'esatto contrario, le Short Trial Bid (originariamente Short Suite Game Tries) presentano il singolo dell'apertore e consentono al rispondente di valutare se ci sono onori sprecati in quel colore, risolvendo un'altro tipo di problema.

Cambiamo solo leggermente le carte della linea precedente:

AQJxx

x

Axxx

Axx

KTxx

Kxxx

xx

xxx

con le carte qui sopra, di nuovo il massimo raggiungibile è un buon parziale a picche, ma, se spostiamo il Re laterale di Est:

AQJxx

x

Axxx

Axx

KTxx

xxxx

Kx

xxx

ecco che la manche è di nuovo una passeggiata di salute.

Con le carte di questi due esempi la licita andrebbe così:

Ovest

Nord

Est

Sud

1ª

P

2ª

P

3©

P

3/4ª fine

con Est che si accontenterebbe del parziale quando le sue carte fossero quelle con il Re di cuori, e che si involerebbe a manche con il Re di quadri.

Il rispondente ad una trial bid, declina l'interesse per la manche riportando in atout al minimo livello e lo conferma, invece, saltando direttamente a manche.

Ma, in caso di risposta positiva, può fare di meglio producendosi in una contro trial bid (Opposite Trial Bid) per interrogare il controllo di un nuovo colore che si ritiene indispensabile per raggiungere l'obiettivo perseguito o addirittur auno ancora più ambizioso:

AQJxx

Qxx

AJxx

x

KTxx

xxxx

xx

Axx

 

Ovest

Nord

Est

Sud

1ª

P

2ª

P

3¨

P

3© P

3ª

fine    

In questa sequenza, il 3 è una trial di lunga sulla quale Est avendo un doppio (una figura né bene, né male) non sa cosa fare.

Est si riserva, allora, di raggiungere la manche solo a condizione che Ovest sia corto a cuori, un colore dove, altrimenti, rischia di perdere una barca di prese.

Ovest non ritiene di poter supportare la contro trial del partner e la coppia si ferma sotto manche.

Se, però, le cuori e le fiori fossero invertite nella mano dell'apertore, la manche risulterebbe un'ottima scommessa:

AQJxx

x

AJxx

Qxx

KTxx

xxxx

xx

Axx

 

Ovest

Nord

Est

Sud

1ª

P

2ª

P

3¨

P

3© P
4ª fine    

 

Con le Double Trial Bid è possibile combinare i due tipi di trial bid nello stesso sistema, decidendo che una licita a colore dell'apertore è una long trial bid, mentre, un  suo passaggio convenzionale per 2SA prepara la presentazione di un singolo.

Sul 2SA, il rispondente risponde obbligatoriamente a gradino consentendo all'apertore di esplicitare il suo singolo:

Ovest

Nord

Est

Sud

1ª

P

2ª

P

?

     
2SA Obbliga 3

3

indaga le fiori

3¨

indaga le quadri

3©

indaga le cuori

3ª

invito generico

 

Ovest

Nord

Est

Sud

1ª

P

2ª

P

2SA

P

3§

P

3¨

singolo a quadri

3©

singolo a cuori

3ª

singolo  a fiori

Dopo l'appoggio a cuori il relè preparatorio diviene 2, mentre, 2SA indaga le picche:

Ovest

Nord

Est

Sud

1©

P

2©

P

?

     

2ª

obbliga 2SA

2SA indaga le picche

3

indaga le fiori

3¨

indaga le quadri

3©

invito generico

 

Ovest

Nord

Est

Sud

1©

P

2©

P

2ª

P

2SA

P

3§ singolo a fiori

3¨

singolo a quadri

3©

singolo a picche

Esistono degli sviluppi delle trial bid parecchio più elaborati, nondimeno, per conoscerne la filosofia di base questo è quanto basta.

In proposito vedi anche: Minisplinter, Splimit, Splinter e Bluhmer.

Indice