Home Page

Gérard  BOURCHTOFF

 

 Gérard Maurice Daniel Bourchtoff è nato il 15 dicembre del 1921 a Tolosa ed è stato un World Grand Master e, verso la metà dello scorso secolo, uno dei migliori giocatori francesi.

 Ingegnere, ha realizzato la sua carriera presso il gruppo Charfa di cui è stato Vice Presidente e Direttore Generale. Amministratore di svariate società, per i suoi meriti lavorativi  ha ricevuto il Cavalierato.

 Sposatosi nel 1945 con Andrée Moignet (anche lei grande giocatrice e vincitrice dei Campionati Europei Femminili a Squadre del 1953 e 1954) hanno avuto tre figlie: Anne-Lise, Sylvie e Laura.

 Ha coronato la sua carriera vincendo le Olimpiadi a Squadre nel 1960 e nel ventennio che va da gli anni '50 a quelli '70, ha partecipato con la nazionale transalpina a molti Campionati e Tornei Internazionali vincendo, tra l'altro, due volte la medaglia d'argento ai Campionati Europei a Squadre nel 1956 e nel 1959.

 Tuttavia, esiste un neo nella carriera del Campione francese che al ritorno dalle vittoriose Olimpiadi del 1960, fu squalificato per un anno dalla sua Federazione con l'accusa di farsi il segnale dell'ascensore con il suo partner di allora Claude Delmouly.

Il segnale dell'ascensore era usato frequentemente negli anni '60 quando i sipari non erano ancora stati inventati e consisteva nel tenere le carte alte o basse rispetto al bordo del tavolo per indicare se la propria licita era più o meno forte.

Dopo questa faccenda il duo si sciolse ed i due campioni, pur rimanendo grandi amici, si ritrovarono al tavolo come dirimpettai solo in sporadiche occasioni.

Gérard, che sarà ricordato a lungo con affetto da tutti i campioni francesi che era solito riunire per dei week end gastronomici-bridgistici d'eccezione nella Ferranderie di sua proprietà, sita a Ègreville, un paesino un centinaio di Km. a sud di Parigi, è venuto a mancare il 25 dicembre del 2002.

Gérard Maurice Daniel was born on 15 December 1921 in Toulouse and was a World Grand Master and, towards the middle of last century, one of the best French players.

Engineer, has made his career in the group Charfa of which he was Vice President and General Manager. Director of several companies, for his merits he received a knighthood.

Married in 1945 with Andrée Moignet (also her European champion bridge in 1953 and 1954) had three daughters: Anne-Lise, Sylvie and Laura.

He crowned his career by winning the Olympic Team in 1960 and in the twenty years ranging from the 50s to 70s, he participated to the National Team France winning, among other things, twice the medal silver at the European Championships for Teams in 1956 and 1959.

However, there is a nevus in his career. At the return from the victorious 1960 Olympic Games, was suspended for one year of the France Federation owing to the charge to exchange the signal of the lift with his partner Claude Delmouly.

The signal of the lift was used frequently in the '60s when the curtain had not yet been invented and it consisted to hold the high cards or low in relation to the edge of the table to indicate whether its bid was more or less strong.

After this affair, the duo broke up and the two samples remained good friends but found themselves at the table only sporadically.

His Ferranderie, located in Ègreville, a small town a hundred miles south of Paris, was a point of meeting for many French champions in the week ends.

He died on Christmas Day of 2002.

  Indice / Index

Precedente / Previous

Successivo / Next