Home Page

Primo Levi

Smazzata  704

Nel 1981 si disputò una sfida di bridge di partita libera tra le città di Roma e di Milano sulla durata di tre giorni con 8 ore di gara giornaliere che si svolse al romano Circolo Parioli.

A difendere i colori meneghini fu una ben nota coppia del tempo formata da Franco Monarca e Primo Levi, per Roma scesero in campo il campionissimo Benito Garozzo, che era romano di adozione,  ed il giovane enfant prodige del momento, Marco Momiliano.

La tre giorni fu vinta di misura dai milanesi, ma ci fu una smazzata che fece storia e che contribuì non poco a far pendere la bilancia dalla parte dei nordici.

L'allora ancora giovane legenda vivente sedeva in Sud impegnato nel contratto di 6♠, quando ricevette l'attacco di 8♥ da Monarca.

Vinta la presa con l'Asso del morto, il grande Benito chiamò il 3♠ e Primo Levi che sedeva in Est lo superò con la Dama.

Cosa avreste fatto al posto di Garozzo una volta vinta la presa con l'Asso?

 T83
 AKJ2
 AK2
 KJ4

 AK752
 QT9
 Q8
 A83

Il campionissimo azzurro, che ben conosceva l'ecletticità del giocatore milanese, esitò non poco, poi rivolgendosi a lui disse: "non ci dovrebbero essere problemi a mantenere il contratto ma dato che con te non si può mai sapere come va a finire, non scopro".

Esitò, ancora un attimo, e poi rassegnato, mosse piccola verso il Dieci di atout allo scopo di proteggersi da "J964" in Ovest. 

Questo era lo scenario nel quale si svolse questo colpo imparabile davvero magnifico nella sua immediata ideazione:

   T83  
 AKJ2
 AK2
 KJ4
 J4

 Q96
 87654  3
 975  JT643
 Q76  T952
   AK752  
 QT9
 Q8
 A83

Monarca, dopo aver smaltito lo stupore per aver fatto presa con il suo Fante di atout ormai secco!, ricostruì correttamente la situazione e premiò l'azione del suo dirimpettaio insistendo a cuori per il taglio. Un down!!

Quando un giocatore concepisce colpi di questa fatta, non vi è difesa.

Perfino, un fior di campione quale Garozzo che, come dimostrano i commenti al tavolo che avevano preceduto la sua giocata, aveva intuito che qualcosa di strano stava acca accadendo, non può che subirli perché non vi può essere giustificazione se poi le carte si rivelano davvero come il gioco ha lasciato supporre.

L'analisi a doppio morto di questa smazzata rivela che il suo par è di +1440 per NS e che con i suoi 16 atout  complessivi sono possibili solo 15 prese (12 a SA, picche o cuori per NS e 3 a quadri per EO).

Indice Sequenziale Indice Tematico Successiva